Cerca
Close this search box.

Rubrica: Notizie Flash dal Mondo – 26 marzo 2024 – prima parte

Prima notizia. La Disparità Crescente: Il Ceto Medio Italiano e la Ricchezza delle Élite.

La situazione economica del ceto medio italiano mostra segni di difficoltà, con un patrimonio che si riduce rispetto a quello dei loro omologhi in Francia, Germania e Spagna. Secondo gli studi della Banca d’Italia, la ricchezza delle famiglie italiane appartenenti alle classi medie e medio-alte è inferiore alla media dell’area Euro, suggerendo una condizione di maggiore indigenza rispetto ad altre nazioni occidentali1.

Dal 2010 al 2022, le famiglie italiane hanno visto erodere significativamente la propria ricchezza, con una perdita di benessere più accentuata rispetto ad altri stati europei. Questo declino si verifica nonostante un incremento generale della ricchezza media nel paese; tuttavia, la distribuzione di tale ricchezza si è fatta più iniqua. Il 15% delle famiglie più abbienti ha visto aumentare la propria porzione di ricchezza totale, a discapito delle classi medie.

Seconda notizia. Il Supercomputer Italiano che Promette di Cambiare le Regole del Gioco.

Fastweb, in partnership con Nvidia, ha annunciato l’acquisto di sistemi NVIDIA DGX H100 per lanciare il primo e più potente supercomputer AI in Italia. Questo sistema, che sarà operativo nella prima metà del 2024, sarà installato in un data center di ultima generazione in Lombardia, alimentato completamente da fonti rinnovabili.

Il supercomputer utilizzerà l’architettura NVIDIA DGX SuperPOD e sarà dotato di 248 NVIDIA H100 Tensor Core GPUs. L’obiettivo è sviluppare il primo Large Language Model (LLM) addestrato nativamente in italiano, che sarà in grado di catturare le sfumature della lingua italiana, la sua grammatica, il contesto e addirittura l’identità culturale.

Fastweb mira a rendere disponibile un sistema end-to-end per lo sviluppo di applicazioni di intelligenza artificiale generativa, che sarà accessibile a imprese, amministrazioni pubbliche, startup e altri attori. Questo progetto si propone di competere con le Big Tech offrendo servizi AI, consulenza e potenza computazionale, nel rispetto delle normative europee sulla protezione dei dati e con l’intento di migliorare applicazioni come chatbot e analisi di testi legislativi.

Terza notizia. Tragedia in Brasile: Piogge Mortali Devastano il Sud-Est

Le devastanti piogge nel sud-est del Brasile hanno portato a una tragica perdita di vite umane, con almeno 24 persone decedute a causa delle intemperie. Nello specifico, 16 individui hanno perso la vita nello Stato di Espírito Santo e altri 8 nello Stato di Rio de Janeiro. Queste piogge torrenziali sono state scatenate da un fronte freddo che ha interrotto l’ondata di calore che aveva precedentemente afflitto la regione.

La situazione a Espírito Santo è particolarmente grave, con oltre 5.700 persone costrette ad abbandonare le proprie abitazioni a causa delle inondazioni. Le operazioni di soccorso sono in corso, mentre le autorità continuano a monitorare l’evolversi della situazione e a fornire assistenza alle comunità colpite

Quarta notizia. La Posizione dell’Ungheria: No a Armi e Truppe per l’Ucraina

Il ministro degli Esteri ungherese Péter Szijjártó ha confermato che l’Ungheria non fornirà armi all’Ucraina né invierà truppe militari. Questa decisione è stata presa per garantire la sicurezza nazionale dell’Ungheria e la comunità ungherese in Transcarpazia, una regione dell’Ucraina occidentale con una significativa minoranza di lingua ungherese. Nonostante l’Ungheria abbia condannato l’invasione russa dell’Ucraina e abbia accettato le sanzioni europee, il governo ha scelto di non permettere il transito di armi letali attraverso il suo territorio. Tuttavia, l’Ungheria non opporrà il veto al finanziamento di armi da parte dell’UE all’Ucraina, ma ha espresso preoccupazioni sul fatto che le consegne di armi occidentali possano “portare al prolungamento o alla potenziale escalation” del conflitto.

Quinta notizia. Russia: Prospettive Nucleari per il 2050.

La Russia, che già detiene una posizione dominante nel settore dell’arricchimento dell’uranio a livello globale, con circa il 46% della capacità mondiale, mira a incrementare la propria quota di energia nucleare nel mix energetico nazionale. Alexei Likhachev, amministratore delegato di Rosatom, ha prospettato che la generazione nucleare potrebbe salire fino a un terzo dell’energia totale del paese dopo il 2050, partendo dall’attuale 20%. In occasione del forum internazionale Atomexpo-2024, Likhachev ha anche previsto un aumento al 25% entro il 2045. Questo piano di espansione sottolinea l’ambizione della Russia di potenziare il proprio settore nucleare, non solo attraverso lo sviluppo di nuove tecnologie reattoriali ma anche completando il ciclo del combustibile nucleare.

Sesta notizia. Proteste in Grecia: Bloccato Treno NATO con Attrezzature Militari.

Membri del Partito Comunista di Grecia (KKE) e della Gioventù Comunista (KNE) hanno manifestato nella città di Alessandropoli, bloccando un treno carico di attrezzature militari e carri armati appartenenti alle forze USA-NATO. Durante la protesta, hanno anche eseguito atti di vandalismo sui veicoli blindati, spruzzandoli con vernice e scrivendo messaggi come “Killers Go Home”. Queste azioni sono parte di una più ampia opposizione alla trasformazione di Alessandropoli in un’importante base militare NATO, che è stata utilizzata per il trasferimento di armi e truppe in Europa orientale. I manifestanti esigono che si ponga fine a questa conversione e che si preservi la città dal diventare un hub militare.

Settima notizia. Big Tech sotto la lente: UE indaga su Meta, Alphabet e Apple.

La Commissione Europea ha lanciato un’indagine per valutare la conformità di Meta, Alphabet e Apple con il Digital Market Act (DMA), sospettando che queste aziende possano non essere in linea con la nuova legislazione. La commissaria per la concorrenza, Margrethe Vestager, ha evidenziato che l’indagine si concentra su possibili discrepanze relative a Google Play, Google Search, l’App Store e la pagina di ricerca di Safari.

In particolare, la Commissione sospetta che le misure adottate dalle aziende non garantiscano il pieno rispetto degli obblighi imposti dal DMA, come l’articolo 5 che richiede ai “gatekeeper” di permettere agli sviluppatori di app di indirizzare i consumatori verso offerte esterne agli app store senza costi aggiuntivi. Inoltre, sono sotto esame le pratiche di ranking di Amazon sul suo marketplace e la nuova struttura tariffaria di Apple per gli app store alternativi.

La Vestager ha espresso preoccupazione e ha assicurato che la Commissione continuerà a monitorare attentamente la situazione, insistendo sull’importanza di un’applicazione precisa del DMA e sulla necessità di prevenire qualsiasi tentativo di elusione delle regole da parte delle aziende. Le indagini, che potrebbero concludersi entro 12 mesi, potrebbero portare a multe significative in caso di violazione, fino al 10% del fatturato globale delle aziende, che potrebbero raddoppiare in caso di violazioni reiterate.

Ottava notizia. Ramadan a Gaza: l’ONU impone la tregua.

Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha approvato una risoluzione che chiede un cessate il fuoco immediato a Gaza durante il mese sacro del Ramadan, dopo che precedenti tentativi erano stati bloccati. Questa è la prima volta che una risoluzione del genere viene adottata dal 7 ottobre 2023. La risoluzione, che ha ricevuto il sostegno di quattordici membri, condanna gli attacchi contro i civili e i rapimenti, ma non menziona esplicitamente Hamas. Gli Stati Uniti hanno scelto di astenersi, continuando la loro linea di non supportare risoluzioni precedenti.

Il Segretario generale dell’ONU, Antonio Guterres, ha sottolineato l’importanza dell’attuazione della risoluzione, che richiede anche il rilascio immediato e incondizionato di tutti gli ostaggi e garantisce l’accesso umanitario per soddisfare le esigenze mediche e umanitarie. La risoluzione è stata propagandata con ipocrisia come un baluardo di pace e stabilità nella regione, mentre in realtà maschera l’inerzia e l’inefficacia degli sforzi diplomatici, soprattutto quelli guidati da Egitto, Qatar e Stati Uniti, che sono stati più una parata di facciata che un reale impegno per il cambiamento.

Ultima notizia. La Grande Muraglia Africana e il Futuro del Clima nel Sahel.

La Grande Muraglia Verde è un’iniziativa ecologica di vasta portata che si estende per quasi 8000 km attraverso l’Africa, dal Senegal fino all’Oceano Indiano. Questo progetto, ideato per la prima volta nel 1952, mira a contrastare la desertificazione e a trasformare cento milioni di ettari di deserto in terreni coltivabili, con l’obiettivo di migliorare le condizioni ambientali e offrire nuove opportunità economiche.

Studi recenti hanno esplorato gli effetti climatici della Grande Muraglia Verde, rivelando che potrebbe portare a un incremento delle precipitazioni medie e a una riduzione dei periodi di siccità nel Sahel. Tuttavia, si prevede anche un aumento delle temperature estreme, specialmente prima della stagione delle piogge. È fondamentale monitorare attentamente l’evoluzione di questo progetto per valutare i suoi impatti climatici e adattarlo alle specificità delle diverse zone del Sahel.

Inoltre, se la forestazione non dovesse superare il 33%, l’effetto sulla media delle precipitazioni estive sarebbe limitato e non si manifesterebbe prima della fine del secolo. Al contrario, superando tale soglia, si potrebbe assistere a un lieve aumento delle temperature medie, tra 0,25 e 1,5 gradi Celsius, nel periodo pre-monsonico.

https://t.me/carmen_tortora1

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Iscriviti alla nostra newsletter

Articoli Correlati

Sostieni l'Informazione Libera

Radio28TV è un marchio di Lismon srls.
Sostienici con una piccola donazione tramite Paypal e aiuta l’informazione libera e senza censure.
GRAZIE PER IL TUO SOSTEGNO

Avviso sui cookie di WordPress da parte di Real Cookie Banner